ssendo stato tra i primi a esplorare l’impiego del suono naturale e del CMI nel jazz, ben presto Ron concepì un’altra enunciazione musicale fortemente innovativa: un album di progressive rock basato sul saggio del 1984 "Un’analisi della musica rock", nella quale aveva descritto le basi di questo genere musicale secondo criteri che nessuno prima aveva mai saputo stabilire. L’album stesso doveva costituire un’altra colonna sonora, questa volta per la sua grandiosa satira in dieci volumi: la collana Missione Terra. È la storia di un intraprendente ingegnere da combattimento che tenta di sventare un’invasione aliena. L’opera è diventata un fenomeno editoriale senza precedenti: tutti i dieci volumi hanno scalato, uno dopo l’altro, le classifiche internazionali dei bestseller; inoltre la collana ha vinto numerosi premi letterari ed è stata acclamata per la sua incisiva raffigurazione di questo XX secolo post-industriale. Anche l’album quindi sarebbe appropriatamente diventato una rappresentazione molto incisiva della nostra epoca.

I versi sono parte integrante della storia e sono stati inseriti in maniera regolare per spezzare la prosa, nello stile delle avventure romanzesche persiane (il cui esempio più illustre è uno dei libri preferiti da Ron: Le mille e una notte). "In tal modo il libro in effetti è pieno di versi", spiegò Ron, "e questi vengono molto spesso espressi come canzoni". Per descrivere il suo metodo di composizione, in genere sul suo organo elettrico, Ron aggiunse: "Si prende il metro dei versi, lo si elabora alla batteria e poi si adatta una melodia a quel metro".

In un’ulteriore spiegazione di ciò che aveva concepito, Ron descrisse dettagliatamente l’impiego del contro-ritmo: si tratta di un secondo ritmo, caratteristico esclusivamente della sua musica, che "farebbe da sfondo al ritmo del tamburo, di solito a un’altezza inferiore alla batteria. Questo contro-ritmo dovrebbe sollevarsi esattamente allo stesso modo del resto del battito." Il risultato, spiegò il produttore dell’album, era un suono così particolare che "all’inizio, anche noi che vi prendevamo parte non riuscivamo a concepirlo". Gradualmente, però, eseguendo i contro-ritmi di Ron e la sua ricca orchestrazione, "cominciammo lentamente a capire che stavamo creando un suono del tutto nuovo, in cui una completa melodia sinfonica faceva da sfondo a un impetuoso gruppo rock." L’album evoca ulteriormente scenari atmosferici con metodi assolutamente ingegnosi: ad esempio, nel brano che dà il titolo all’album, un’équipe di percussionisti turchi (scoperti mentre suonavano in un ristorante medio-orientale di Los Angeles) esegue un singolarissimo contro-ritmo sul grave battito principale della canzone stessa. ("Sono sicuro che quei percussionisti non si rendevano conto di come alla fine si sarebbe presentato il loro lavoro, ma se volevamo ottenere un suono veramente autentico quelle erano le persone adatte.")





L. Ron Hubbard Site | L. Ron Hubbard: Fondatore di Scientology | L. Ron Hubbard: L'umanitario - La via verso il rispetto di sÚ | L. Ron Hubbard, L'istruzione | L. Ron Hubbard, Un profilo | Tributi e riconoscimenti a L. Ron Hubbard | Scientology | Dianetics


© 1996-2005 Chiesa di Scientology Internazionale. Tutti i diritti riservati.

Informazioni sui marchi d'impresa